lunedì 29 dicembre 2014

"Diorshow Art pen" Dior review e altre storie di eyeliner

Ho sempre avuto un debole per gli eyeliner in penna, mi sembra quasi di poter disegnare a mano libera quando impugno questo prodotto.
Non scrivo molte review ma da Sephora c'è uno sconto del 20% fino al 31 Dicembre, quindi spero possa esservi utile.

lunedì 22 dicembre 2014

Christmas Time

Natale è una festa che sa cogliere il dolce e l'amaro nei suoi rintocchi. Rappresenta una di quelle feste racchiuse dal ticchettio del tempo, in quanto conduce a una gioia che non può durare a lungo per essere tale.
Non tutti amano questa sua ambivalenza, ma il Natale sorride a chiunque: a chi lo ama, a chi lo odia, a chi lo tollera e a chi crede in esso.

Nel mio caso Natale è tepore, una graduale acquisizione di conforto attraverso la presenza.
Un godere appieno del tempo che mi è concesso assieme a chi amo.

Anche se qualche volta capita anche di stare assieme a chi detesto cordialmente. Ma queste sono storie che è meglio non far rientrare nel focolare del Natale. Teniamoci le cose belle, le cose buone, quelle che si spacchettano dal cuore e non si scartano dai regali.

Teniamoci stretto il tempo.
Fonte
Perché a molte persone il Natale lo concede.
A coloro che mettono una pausa nella parola lavoro e iniziano a sentire un po' di vita, il Natale concede un'opportunità.

martedì 16 dicembre 2014

The Sailor Crystal - Sailor Venus

Oggi finalmente completiamo il quartetto iniziale con Sailor Venus. Sia Tizy che io abbiamo problemi col colore di riferimento scelto per lei, l'arancione non ci dona particolarmente e non è stato facile arginare quest'ostacolo, ma credo che ci abbia messo alla prova e fatto crescere un po' di più.
The Sailor Crystal prosegue dunque con Tizy di Mind Fucking (di cui trovate il post qui), mostrando una delle Sailor più allegre della serie.


Ricordo che Sailor Venus da piccola mi sembrava la sorella di Usagi/Bunny, avevo difficoltà a distinguerle anche caratterialmente.
Fonte
Pianeta: Venere
Potere: catena dell'amore
Ruolo: imprigionatrice

martedì 9 dicembre 2014

Precious stones: Harmony - Genesis (Nabla Cosmetics)

Finalmente riesco a mostrare anche io qualcosa della nuova collezione Genesis di Nabla Cosmetics, il tempo purtroppo è stato pessimo, ormai si vede solo pioggia in questi giorni. Oggi tra l'altro è il primo compleanno di Nabla, che ha pensato di festeggiare accontentando le richieste di chi voleva l'ombretto H2O "Daphne" in versione bright e refill, attualmente acquistabile al 10% di sconto (io ho già fatto il danno :3).
Inizio col dire che di questa collezione oltre che i colori ho apprezzato il concetto alla base. Una collaborazione con la natura è una suggestiva immagine da figurarsi, perché ho osservato nella creazione di questi colori il connubio tra terra e cielo, come due poli destinati a riunirsi. Dalle scelte fatte per me ho avuto l'ulteriore conferma dell'effettiva lettura da parte dell'azienda, cosa di cui sono molto grata a prescindere.

mercoledì 3 dicembre 2014

Collezione Solaris - Ombretti Nabla review

Ogni tanto su questo blog si trovano anche delle recensioni, il tempo spesso non mi aiuta con esse, ma oggi finalmente parlo di alcuni ombretti della collezione Solaris di Nabla. So che vado controcorrente perché attualmente sul sito trovate la nuova collezione Genesis, di cui solo "Superposition" è in edizione limitata (io ho ricevuto questi colori), assieme a delle promozioni natalizie che dureranno fino al 22 Dicembre. 
Comunque, nel caso stiate ponderando un ordine, vi parlo anche io della mia esperienza con gli ombretti della Solaris che ho testato a lungo, sperando in una chiacchierata ricca di confronto.
Tutti quelli che vedete, tranne Madreperla, mi sono stati inviati da Nabla Cosmetics.
Liberty six vissuta ma intatta...ha superato la prova beauty-case disastrato di Foffy
Da sinistra a destra troviamo Cattleya*, Zoe*, Aurum*, Madreperla, Entropy* e Tribeca*.


Ogni ombretto contiene 2,5g e ha il prezzo di 7,90€. In refill il costo scende a 6,50€.
Per chi non lo sapesse, acquistando sei ombretti refill, è possibile ricevere in omaggio una Liberty six, palette magnetica davvero utile e resistente. Stesso discorso per la Liberty Twelve, in omaggio con dodici refill, a cui eventualmente si può aggiungere una makeup bag che la contenga.
La formula di questi ombretti è senza: siliconi, petrolati, parabeni, pegs, ftalati, edta. Sono Cruelty free e adatti ai vegetariani e vegani. Gli ingredienti specifici li trovate sul sito che vi ho linkato sopra.


Dopo avervi elencato i dati tecnici, passiamo alla mia recensione.

C'è una cosa che ho notato in questo brand: 
mi sembra che sia rivolto alla praticità.
Intravedo, sia dal packaging che da alcune formule nuove, la volontà di proporre qualcosa di facilmente utilizzabile, trasportabile, versatile. Basti pensare al packaging molto compatto di blush e rossetti, alla formula dei blush, alle makeup bag, alle palette magnetiche e i refill. In questo caso, soffermandomi sugli ombretti, trovo finalmente la libertà di poter scegliere i colori che più mi aggradano grazie alle palette magnetiche+refill.
In qualche modo ciò mi consente di creare la mia palette personale e raccontare un po' di me in essa.
E' notevole per me avere tutti colori che sfrutto appieno, senza far vegetare qualche ombretto perché non mi piace. Certo le palette già predisposte ammortizzano il prezzo, ma esso va liquidato subito. Mentre riempire una palette con i refill viene a costare di più, ma la spesa può essere dilatata nel tempo.
Bisogna valutare cosa ci interessa, ma almeno c'è una scelta da poter compiere :)

giovedì 27 novembre 2014

Un compleanno passo dopo passo

Oggi è il mio compleanno.

E incredibilmente non piove.
Il giorno della mia nascita è sempre un momento di raccoglimento per me: faccio la stima di cosa c'è stato di buono e di quello che invece è andato storto. Rappresenta un nuovo inizio e il più delle volte una vera e propria rinascita.
In questo caso è l'anteprima di un notevole cambiamento, poiché la fine di Novembre coinciderà con l'inizio di un nuovo percorso per me, che spero possa farmi crescere, e so che mi riempirà le giornate.
So già che non avrò molto tempo da dedicare al blog, perché conosco gli orari e i nuovi ritmi da seguire, e ci tengo a informare anche chi mi legge, e chi mi dona un po' del suo tempo per commentare: sappiate che ogni commento è il completamento di un post, è il senso di un blog, del mio almeno; quindi io tenterò in tutti i modi di continuare a leggervi, e se non riuscirò a essere sempre presente con i commenti, è solo perché sarò in uno stato catatonico.

Terminata questa premessa un po' malinconica, diamo spazio alle cose buone. Perché per essere buono un cominciamento ha bisogno del giusto entusiasmo: mi impegnerò nel nuovo percorso, anche se sarà tutto in salita, e mi impegnerò nel continuare a scrivere in questo piccolo angolo che mi ristora, anche se non sarò costante. Nonostante tutto bisogna procedere e non regredire, e quest'ultima frase leggetela con un sorriso.
Fonte

martedì 18 novembre 2014

My nude look: Tribeca&Madreperla (Nabla cosmetics)

Quando ho ricevuto alcuni ombretti della collezione Solaris di Nabla Cosmetics sapevo già che con Tribeca* avrei dovuto trovare un compromesso, non perché sia un brutto colore, ma non amando molto i marroni di conseguenza tendo a non usarli spesso. Tribeca* fortunatamente ha riflessi rosati che non mi dispiacciono affatto e che mi hanno condotto a metterlo in coppia con Madreperla, altro ombretto di questa collezione.
Entrambi presentano una componente rosata, che in Madreperla risulta più evidente, ma mai invadente. Trovo che questi due ombretti assieme possano creare un make up discreto senza risultare troppo banale.
Mi piace particolarmente la sovrapposizione di Madreperla su Tribeca* perché i riflessi rosati diventano più cangianti.

martedì 11 novembre 2014

Disneyland to Foffyland - Nala

Continua la rubrica Disneyland to Foffyland con i leoncini de Il Re Leone, e dopo aver presentato quello che per me è il peggior cattivo Disney io e Ariel Make Up (di cui trovate il post qui), rischiariamo un po' gli animi con questa accattivante miciona. Quando ho svolto il sondaggio su facebook Nala era risultata seconda, ma il mio look risale al mese di Agosto, quindi se notate una sottospecie di "abbronzatura" non stupitevene XD


Nala è l'amica di infanzia di Simba, leonessa dal carattere molto deciso e pragmatico, esattamente opposto a Simba. E' un personaggio molto gioviale, dal temperamento intraprendente, che spesso dimostra una forza di spirito superiore a Simba. Sono molto legati tra loro e il rapporto che li unisce sarà la scintilla che lo smuoverà dalle sue indecisioni.
Fonte

mercoledì 5 novembre 2014

The Sailor Crystal - Sailor Jupiter

Bramavo il momento in cui avrei potuto scrivere e mostrare Sailor Jupiter, la mia Sailor preferita del quartetto iniziale. Posso dire che questo è stato il make up più complesso da realizzare, sia tecnicamente che concettualmente. Tengo tanto a questa Sailor e spero che possiate apprezzarla come ho fatto io nella mia infanzia. The Sailor Crystal può dunque continuare con mia somma gioia assieme a Tizy di Mind Fucking (di cui trovate il post qui).


Ricordo che Sailor Jupiter da piccola mi suscitava allegria e sicurezza, ancora oggi serbo affetto per questo personaggio.
Fonte
Pianeta: Giove
Potere: controllo dei fulmini
Ruolo: sfidante

lunedì 27 ottobre 2014

Halloween make up: Morticia Addams

Se come primo soggetto di questo Halloween avevo scelto un personaggio difficilmente deducibile, ora rientro negli schemi in pieno. Semplicemente perché lo voglio.
Morticia è un nomignolo che mi ha perseguitato per molti anni, avendo una carnagione piuttosto pallida e i capelli lunghissimi spesso mi hanno associato a lei. C'è da dire che qualche anno fa portavo anche la fila al centro e avevo i capelli della stessa lunghezza, mentre ora ho la fila di lato con dei ciuffi laterali che movimentano il tutto, quindi la cosa si è (un po') attenuata. Eppure ho sempre accettato quell'appellativo come un complimento, perché io adoro questo personaggio (ho fatto riferimento all'attrice Anjelica Huston).


Tutti amano Mercoledì, io amo Morticia.
La considero dotata di un'innata eleganza, col suo fisico alto e snello, i suoi abiti e capelli neri e quell'espressione sensuale nei grandi occhi che possiede.
Fonte

mercoledì 22 ottobre 2014

Halloween make up: Maleficent? No, Fosco...

Halloween è una festa che non riscontra il favore di tutti, ma io la trovo interessante per sperimentare dei look particolari.
Quando questo blog era ai suoi esordi avevo realizzato un make up decisamente lontano dal clima horror richiesto (potete trovarlo qui), ma mi ero molto divertita.
Tendenzialmente amo vedere il bello nel make up, quindi per questa festività evito zombie e esseri sanguinolenti, sono piuttosto impressionabile XD

Se avete visto il film Maleficent saprete certamente a chi mi riferisco nel titolo.
Ieri ho pubblicato una foto in bianco e nero su Instagram come anteprima, se volete mi trovate anche lì ;)

Fosco è il fidato corvo di Malefica, che al cinema si è potuto ammirare in veste umana, una sorta di comodità comunicativa della strega e per noi spettatori.
Il film non mi è piaciuto molto ma Fosco è davvero un personaggio riuscito e ho voluto sceglierlo come soggetto di questo Halloween.
Fonte

mercoledì 15 ottobre 2014

Disneyland to Foffyland - Scar

Dopo un sondaggio su Facebook, è stato scelto con una percentuale schiacciante il cattivissimo Scar come primo personaggio animale della rubrica Disneyland to Foffyland.
Posso anticiparvi che finora non ho riscontrato un cattivo più spietato di Scar nel mondo Disney.
Non è il più potente, ma per me è il cattivo imperdonabile.
Dunque proseguo la collaborazione con Ariel Make Up (trovate il suo post qui).


Scar è il fratello di Mufasa, re di diritto e sovano potente e rispettato.
Sin da subito appare molto diverso dal fratello: manto scuro, criniera nera, fisico scarno e ossuto.
E sin da subito mostra la sua natura doppiogiochista. Non disponendo della possente forza di Mufasa, utilizza l'intelletto, sfruttando a proprio vantaggio coloro che si sporcano le mani al posto suo.
Fonte

mercoledì 8 ottobre 2014

The dark side of Entropy (Nabla Cosmetics)

In questo momento è in atto una promozione sul sito Nabla Cosmetics che durerà fino al 16 Ottobre, dove oltre alla nuova Liberty Twelve scontata troverete sconti sugli ombretti e le spese di spedizione che vi ho descritto qui.
Sulla pagina facebook vi ho mostrato qui la Liberty12 con la (bellissima) pochettina, e qui riempita e paragonata a una Zpalette large su richiesta di Bridget Jones, spero possa esservi utile come confronto.

Dunque passiamo a un altro ombretto della collezione Solaris.
Sapevo che con Entropy* avrei avuto delle difficoltà.
Non a caso dopo aver mostrato Cattleya*, Zoe* e Aurum*, ho lasciato per ultimi i due ombretti con cui non ho molta affinità.
Entropy dovrebbe ispirarsi alla sabbia delle spiagge, ma ho trovato interessante l'origine del nome, che indica un fenomeno fisico (e molto altro) in cui si attua una trasformazione irreversibile.
Per fortuna nel caso di Entropy uscire dalla mia comfort zone ha comportato una trasformazione meno irreversibile di ciò che pensavo.
Non mi dilungherò sul significato dell'Entropia, anche perché non ne sarei in grado, ma ho apprezzato molto il lato oscuro che questo colore porta con sé.
Fonte

mercoledì 1 ottobre 2014

The Sailor Crystal - Sailor Mars

Finalmente dopo mesi può proseguire la Rubrica The Sailor Crystal con Tizy di Mind Fucking.
Se nel primo post vi avevamo presentato Sailor Mercury e i suoi colori freddi, adesso è la volta di Sailor Mars, custode del Fuoco.
Trovate il post di Tizy qui.

Vi segnalo inoltre un'altra serie sulle Sailor tutta incentrata sulle nail art a opera di Elena e Silvia. Vi prego andate a sbirciare i loro capolavori, io credo che queste ragazze nella vita siano dei chirurghi (anche se Elena nega :-P). Loro hanno cominciato dall'ultima Sailor del quartetto iniziale che Usagi incontra, cioé Sailor Venus, e pur avendo iniziato dopo di noi ci hanno ampiamente superate (perché Tizy e io siamo lumache nel pubblicare ç_ç), comunque vi metto il link del loro primo post qui.


Ricordo che Sailor Mars suscitava in me sentimenti contrastanti, la ammiravo per certi versi, mentre per altri la sentivo profondamente distante da me.
Fonte
Pianeta: Marte
Potere: Controllo del fuoco
Ruolo: Sacerdotessa

martedì 23 settembre 2014

Il Segnalibro cosmetico - Il Signore degli Anelli #1: La Contea - Frodo

Da quando ho aperto il blog, si è insidiato in me il desiderio di coniugare il make up con le storie da raccontare.
Ho sempre voluto creare una rubrica del genere, difatti è da quasi un anno che ho questo post nelle bozze, ma dovevo trovare una certa dose di coraggio per metterla in atto.
Perché temo sempre che possa risultare insolita. Eppure alla fine è venuta alla luce e ne sono contenta.

Il segnalibro cosmetico è una pausa fra le pagine dei libri che leggo, parti di narrazione o luoghi immaginari che mi colpiscono e che tenterò di riproporre con i colori che mi ispireranno.
Farò riferimento ai prodotti di make up che i libri trattati mi evocano, per poi utilizzarli e dare forma ai vari personaggi presentati durante la trama.
In caso di trasposizioni cinematografiche, prenderò spunto anche da lì.
Per evitare post troppo lunghi, inserirò una pausa e continuerò col seguente post, fino a terminare le sezioni del libro che più mi interessano.
Un segnalibro per cominciare e per terminare allo stesso tempo.


Come primo libro non posso che iniziare da:

Il Signore degli Anelli

 Se doveste perdervi in un sogno, tracciate la linea che dirige l'immaginazione e terminatela nella Contea.
Non esiste luogo più semplice e puro in cui trovare pace. Una pace fatta di tranquilla quotidianità.
Fonte

lunedì 15 settembre 2014

Glacial Aurum (Nabla Cosmetics)

Dopo avere presentato Cattleya* e Zoe* ho deciso di proseguire con Aurum*, altro ombretto inviatomi da Nabla Cosmetics, e che avevo comunque introdotto nel post su Cattleya.
Aurum è uno degli ombretti che mi ha più incuriosito. Un oro freddo che mostra venature verde oliva, luminoso ma non invadente perché piuttosto chiaro. Lo definirei un oro antico.
La sua eleganza mi ha portato a utilizzarlo spesso anche come illuminante viso.
Aurum mi ricorda tanto la luce che incontra il ghiaccio, una luce ancora incompleta, priva del giallo caldo che la contraddistingue.
Fonte

Ho immaginato Aurum come una luce in grado di percorrere distese di ghiaccio, assieme a un paesaggio ricco di verde, che rischiara con delicatezza.
Fonte

mercoledì 10 settembre 2014

Disneyland to Foffyland - Pocahontas

Mi mancava la rubrica Disneyland to Foffyland. Mi mancava ma oggi la temo, così come la temevo il primo giorno che ho premuto il tasto "pubblica". Perché il personaggio che voglio trattare mi fa paura.
Non perché sia esempio di cattiveria e negatività, ma perché Pocahontas è quanto di più lontano ci sia dai miei colori e lineamenti. Anche con Mulan avevo avuto serie difficoltà, ma almeno i suoi tratti erano delicati, mentre qui tutt'altro. Ma andiamo per gradi e seguiamo il percorso.
Qui trovate il post di Ariel Make Up, con cui procedo questa collaborazione.


Pocahontas è di fatto una principessa, ma non una di quelle da feste da ballo nei castelli, a lei spetterà la guida della sua tribù in luoghi dominati dalla natura.
In lei vive lo spirito della madre defunta, che la conduce sempre lontano e non conosce confini.
Pocahontas va dove la porta il vento.
Fonte

giovedì 4 settembre 2014

Resoconti di un'estate: Berlino e shopping; mare e beauty; tanto cibo...sempre.

Le vacanze sono ormai terminate e io sono ritornata sperando che qualcuno ancora si ricordi del mio piccolo blog XD
Visto che il tempo è grigio ho deciso anche io come altri di parlare un po' del mese precedente, dei luoghi visitati, dei beauty ingigantiti dagli acquisti e dei chili di troppo.
Lascerò che siano principalmente le immagini a parlare.

A fine Luglio sono stata 6 giorni col mio fidanzato e una coppia di amici a Berlino, città che non avevo mai visitato e che ho trovato tra le più "comode" al mondo, nel senso che qualunque cosa non è mai troppo lontana ma sempre raggiungibile.
I trasporti pubblici funzionano benissimo, e per chi è del Sud Italia sa quanto sia raro e bello poter camminare e osservare davvero una città senza vivere per forza in una macchina.
Berlino ha il suono dei passi e delle ruote di bicicletta.
Assoluta mancanza di inquinamento acustico

venerdì 1 agosto 2014

Travel to Egypt...with the wings of love - Iside

Che succede se 8 Beauty blogger fanno combriccola e decidono di catapultarsi in un viaggio spazio temporale alla volta dell'antico Egitto? Come rimanere immuni al fascino di una delle civiltà più potenti e grandiose della storia?
Gli antichi Egizi hanno governato il mondo, durante gli ultimi secoli hanno incantato ed affascinato archeologi e non…ispirando anche noi make-up addicted!
Io, Annalisa, Axelle, Camilla, Federica, Robi, Sabina e Vanessa, Archeologhe col rossetto, ci siamo inoltrate nel lato mistico alla scoperta delle divinità egizie, tanto rispettate ed adorate, e ne abbiamo reinterpretate alcune, lasciandoci ispirare dai geroglifici e dall'iconografia, testimonianze dirette del culto che ancora oggi desta in noi un'implacabile curiosità.


Il mito di Iside e Osiride mi ha sempre affascinato moltissimo. La scelta è ricaduta sulla Dea Iside perché lei eredità l'amore dei suoi genitori e ne rappresenta la parte positiva.
Questa è la Dea Madre e della Luna, custode della medicina.
E' la Cura al male e al dolore.
La sua magia le consente di ricomporre il corpo del suo sposo e fratello Osiride, ridotto in pezzi dal perfido fratello Seth, al punto da legare la sua immagine anche all'Oltretomba.
Impersonifica la dolcezza di una madre, ma anche la sua determinazione. Solo il suo amore può difatti ricomporre la morte.
Fonte

martedì 8 luglio 2014

Essential Zoe (Nabla Cosmetics)

Mentre leggete questo post è in atto una promozione sugli ombretti che durerà fino al 18 Luglio sul sito Nabla Cosmetics, che io non mi lascerò scappare #madreperlasaraimio.
Dopo aver presentato Cattleya* (qui il post), sono stata ispirata da Zoe*, che avevo fatto intravedere qui.
Questo nome greco che mi trasporta tra i banchi di scuola significa Vita, ma in un senso più profondo:
Essenza della vita.

E che cos'è in fondo Zoe* se non un tocco essenziale per dare luce a ciò che è spento?

Questa idea è risuonata gradevole nella mia testa, e ho pensato di presentare l'ombretto in questione seguendo il suo più naturale scopo.
Conferire essenza ad un make up significa in qualche modo dare una luce particolare ad un colore.

Con Zoe* stiamo parlando di un duochrome verde acquamarina, un colore che ha nella sua essenza la luce, ed è capace di donarla all'oscurità.
Anche quando il mare diventa nero in realtà splende sempre, e la luna ce lo mostra.
Fonte

martedì 1 luglio 2014

Disneyland to Foffyland - Anna

Finalmente posso recuperare un personaggio della rubrica Disneyland to Foffyland in collaborazione con Ariel Make Up (trovate il suo post qui). Stavolta si parla di una principessa recente, la piccola Anna di Frozen.
Visto che ormai è trascorso parecchio tempo dall'uscita del film, dirò qualcosa in più della trama, senza esagerare però ;)

Anna è la sorella minore di Elsa, con cui ha un intenso legame sin dall'infanzia. Pur non avendo poteri, si compensa con la sorella per carattere e temperamento. Appare difatti molto vivace e spensierata, a tratti ingenua e infantile.

martedì 24 giugno 2014

Fascinating Cattleya (Nabla Cosmetics)

Incredibile ma vero, Nabla Cosmetics ha contattato anche un blog piccolo come il mio, chiedendomi di essere inserita nella mailing list e omaggiandomi con alcuni ombretti della nuova collezione Solaris.
Sono positivamente colpita visti i miei numeri esigui, e ciò mi fa sperare in un'effettiva lettura da parte dell'azienda, cosa sempre più rara.

Gli ombretti inviati mi hanno convinto così tanto da farmi poi effettuare un ordine, ora la mia scelta si è molto ampliata, e con essa le mie idee :)

Questi sono gli ombretti scelti dall'azienda:
Entropy - Aurum - Cattleya - Zoe - Tribeca


Se mi leggete da un po' saprete che il mio occhio è caduto subito su Cattleya*, mentre ho osservato con interrogativi vari Tribeca*, perché è un colore con cui non ho affinità, ma saprò come reinventarlo, la prendo come una sfida ^_^

Quello che voglio mostrarvi è un look incentrato sul significato dell'ombretto che preferisco.
Cattleya è il nome di un fiore particolare, un'orchidea più rara, che nella simbologia dei fiori dovrebbe rappresentare il fascino maturo.
Fonte
L'orchidea è il mio fiore preferito (assieme ai fiori di loto), ma configurarla in un make up che mi doni un aspetto maturo e sensuale non è facile. Non su lineamenti come i miei.

martedì 10 giugno 2014

Disneyland to Foffyland - Tiana

L'appuntamento di oggi con la rubrica Disneyland to Foffyland in collaborazione con Ariel Make Up (trovate il suo post QUI), vede un personaggio abbastanza recente. Trovo che La Principessa e il Ranocchio sia un passo indietro rispetto ai film di animazione attuali, ma la cosa che più mi è dispiaciuta è che il tema trattato aveva del potenziale, anche lo stregone voodoo cattivo Facilier era interessante, però non riesce ad emergere, resta qualcosa di già visto. E anche se il finale non mi è proprio piaciuto, ci sono comunque dei lati che ho apprezzato, in primis la protagonista.


Tiana è una ragazza di umilissime origini, che condivide il grande sogno del padre: aprire un ristorante tutto suo. Ha il forte spirito della madre, e l'immensa volontà del padre, per questo lavora con zelo e con ottimismo per ottenere il suo posto nel mondo.
Fonte

martedì 27 maggio 2014

Acid pastels - Heroine lipstick look [ft. A lost girl (loves make up!)]

Quando Misato mi ha proposto di collaborare per un look su Heroine, ero piena di entusiasmo.
Seguo con costanza la sua serie di make up su questo rossetto, perché Heroine è un rossetto molto vicino alla mio modo d'essere, quando lo indosso mi sento a mio agio e ritrovo me stessa. Credo sia il potere del viola.

Trovate il post di Misato QUI.

Il punto problematico è stato il colore di riferimento: verde acido.
Non è un colore che utilizzo spesso, pur trovandolo carino, così ho deciso di coniugare la stagione primaverile e i suoi colori con un viola come protagonista (Heroine per l'appunto).
Per questo la scelta è ricaduta su dei toni pastello. Sono un buon compromesso per chi teme i colori, in quanto sono chiari e delicati, e riescono a trovare una piacevole armonia col viola.
Anche se sono consapevole che non stanno bene a tutti. 


Dopo avervi traumatizzato col mio faccione, vi tranquillizzo cercando di farvi focalizzare sui dettagli.

martedì 13 maggio 2014

Dramatag "My Top 5 Travel Essential Product" - Ricordi

Il ponte del primo Maggio sono stata fuori città. Avevo bisogno di un posto tranquillo e di aria pulita.
E avevo bisogno di essere felice. Viaggiare mi rende felice.
Se poi durante i viaggi si incontrano persone splendide, allora ho proprio trovato la mia pace.
Ho avuto la fortuna di incontrare una blogger che seguo da tempo e con cui ho stretto un bel legame.
Sto parlando di Serena, che potete trovare nel suo blog: Specchio delle mie brame.
Potevo io che ho una Rubrica Disney non leggere un blog con un nome del genere? :3

Questo Dramatag di S. ideato da Misato di A lost girl mi ha riportato alla mente bei ricordi, sia dei viaggi che degli incontri, ed è un piacere per me svolgerlo. Trovo inoltre che sia molto utile, col senno di poi ho capito cosa non può mai mancare nel mio beauty, imparando dai miei errori e comprendendo le mie esigenze.

Cito letteralmente quello che richiede di inserire il dramatag in questione:
5 prodotti che finiscono per primi in valigia. 
Non nel senso di fare un beauty con 5 prodotti ma i 5 che, ovunque tu vada, non puoi pensare di lasciare a casa, anche se dormi fuori una notte sola.

Quando si tratta di viaggiare io divento molto spartana. Riduco tutto all'essenziale nel beauty, ma esso deve giustamente incarnare questo concetto: poco ma buono.
In questi casi cioé bisogna portare con sé prodotti su cui si possa contare, prodotti che non devono sbagliare e che non sono un accessorio, ma appunto essenziali.
Motivo per cui il make up in senso stretto passa in secondo piano, almeno per me. Anche perché la maggior parte dei miei acquisti makeupposi si svolge proprio durante i viaggi (e in quei momenti comprendo quanto l'astinenza faccia male XD), quindi se ne ho bisogno acquisto al momento.

martedì 29 aprile 2014

Disneyland to Foffyland - Mago Merlino

Ebbene sì. Finalmente nella rubrica Disneyland to Foffyland appare un personaggio maschile. Se siete sorpresi allora vi invito come sempre a leggere il primo post di questa rubrica, dove spiego la mia idea (rimando in ogni post al link con la parola magica "Disneyland to Foffyland").
Sia io che Ariel Make Up (trovate il suo post QUI), abbiamo spesso pensato a quali maschietti interpretare, e lei ha assecondato il mio desiderio di cominciare con il più grande mago di tutti i tempi.
Non solo perché è uno dei miei personaggi preferiti in assoluto, ma anche perché mi somiglia moltissimo.
Al di là della barba, (che volendo può essere tranquillamente sostituita dai miei capelli), mi sembra di vedere me stessa nei suoi modi buffi e insoliti XD.


Dunque, Mago Merlino è un personaggio interessantissimo: mago e scienziato al contempo, in perenne ricerca della verità e fruitore di conoscenza, sembra quasi un Leonardo Da Vinci con la bacchetta.
Il suo metodo di insegnamento è costantemente alimentato dal gioco, attraverso l'ingegno e l'inventiva di un uomo che, nonostante l'età, non ha mai smesso di voler imparare.
I libri sono il suo più grande tesoro, e sono sempre i primi a entrare nel suo bagaglio a mano.
Fonte

martedì 15 aprile 2014

Capelli lunghissimi - Episodi di vita quotidiana

Quando ho parlato e mostrato i miei capelli QUI e QUI, ho pensato di citare alcuni fra gli episodi che li hanno coinvolti.
Io ne ho raccolti nove, ma ce ne sono molti altri decisamente più difficili da raccontare perché più gravi, però ho preferito selezionare l'aspetto buffo o abbastanza quotidiano che li riguarda, per strappare comunque una risata.
Questi episodi sono realmente accaduti.
Lo preciso perché quando li racconto la gente sembra incredula XD

1) Io e un signore sostiamo sulle scale mobili. Il signore si avvicina e mi fa:
"Signorina, lei deve tenerli al sicuro questi capelli, sono un capitale! Li faccia crescere ancora un po' e poi li venda."
Il signore si allontana, poi ci ripensa e si volta: "Li venda ora!"
Non potrei mai fare una cosa del genere...
Fonte: My precious...Gollum!

martedì 8 aprile 2014

Disneyland to Foffyland - Madre Gothel

La rubrica Disneyland to Foffyland in collaborazione con Ariel Make Up (trovate il suo post QUI), si incupisce col nuovo personaggio da interpretare. Lo detesto profondamente. Dopo Gaston per me è uno dei cattivi più insopportabili della Disney, forse proprio perché così realistico. Ma devo ammettere che è furbo, e per questo interessante.

Madre Gothel è un cattivo ben strutturato, ma davvero subdolo.
Non è un personaggio dalla grande forza fisica, e non possiede poteri, ma la sua capacità di adattarsi alle diverse situazioni le consente di giostrare a suo piacimento tutti gli elementi di cui dispone, e a sfruttare tutte le persone che può raggirare.
Fonte

martedì 1 aprile 2014

The Sailor Crystal - Sailor Mercury

Finalmente posso iniziare una nuova collaborazione a lungo termine con una blogger che stimo moltissimo.
Tizy di Mind Fucking (trovate il suo post QUI), è una attenta lettrice oltre ad avere un interessante stile di scrittura, e leggendo da un po' il mio blog, mi ha chiesto di creare dei make up ispirati alle guerriere Sailor.
Ma la passione che Tizy ha per questo manga mi ha fatto esprimere l'intenzione di creare qualcosa insieme a lei.
Da lì un tripudio di idee, che si sono concretizzate in The Sailor Crystal:

Studieremo un personaggio alla volta, tenendo presente le sue caratteristiche peculiari: il potere, il pianeta, il ruolo, la personalità, e cercheremo di creare dei make up.
Ogni guerriera Sailor porta dentro di sé il proprio Cristallo del Cuore.
 In qualche modo noi lo estrapoleremo attraverso le forme del make up.
Abbiamo pensato di non farci vincolare troppo, se non dal ricordo dell'infanzia che ci lega a ogni Sailor.
L'unico punto fermo nell'analisi di ogni guerriera sarà il colore di riferimento, che decideremo di volta in volta.

Per quanto mi riguarda cercherò di sperimentare make up simbolici e più grafici, cercando di ampliare il mio senso artistico e migliorare la manualità.
Con questa nuova rubrica voglio mettermi alla prova.


Visto che la protagonista di questa serie presenta una complessità maggiore, abbiamo deciso di partire dalla prima Sailor che incontra, cioé Sailor Mercury.

Ricordo che da piccola non mi piaceva molto, la trovavo piatta e noiosa, anche se ne ammiravo l'intelligenza, ma col tempo l'ho rivalutata, e ora spiegherò il perché.
Fonte
Pianeta: Mercurio
Potere: controllo dell'acqua nei suoi diversi stadi
Ruolo: stratega

martedì 25 marzo 2014

Disneyland to Foffyland - Rapunzel

La rubrica Disneyland to Foffyland continua in collaborazione con Ariel Make Up (trovate il suo post QUI) presentando un personaggio adorabile.
Avevo lasciato un indizio sulla mia pagina facebook per farvi indovinare il nuovo personaggio, ma forse era troppo facile XD
Non avrei mai pensato di poter amare tanto un film di animazione che parlasse di Raperonzolo, visto che è un nomignolo che da parecchi anni mi perseguita. Nel mio cuore questo film ha vinto l'Oscar.

Fonte
Rapunzel è una ragazza relegata in una torre, costretta lì da Madre Gothel con l'inganno, ha un sogno: vedere le lanterne che il giorno del suo compleanno illuminano il cielo.
Lei non sa cosa siano, ma avverte un legame con esse.
Proprio per questo si mostra sempre speranzosa e coltiva questo sogno, credendo in esso con una fiducia costruttiva e dimostra di essere capace di cavarsela da sola.
Rapunzel è un personaggio che sa sognare, ma lo fa con la volontà di realizzare il suo desiderio, rifiutando l'attesa e smuovendo se stessa.

martedì 18 marzo 2014

Different ways to be "The Original" (Review Sleek make up)

Scegliere una sola palette da portare in viaggio non è impresa facile. Eppure ogni volta io scelgo questa. Magari a seconda del tempo da trascorrere in vacanza ne infilo altre in valigia, ma questa non manca mai.
Perché è piccola, compatta, colorata e capace di creare molti look.
E ogni volta che penso ai viaggi, penso ai suoi colori.

Claudia di Ava's world e io abbiamo pensato di utilizzare questa singola palette per proporre diversi look ispirati ad alcune mete di viaggio.
Diversi colori per diverse occasioni.
Ma una palette. 

Trovate il post di Claudia QUI.

Io ho classificato quattro categorie di viaggi a cui ispirarmi.

Inoltre ho cercato di mantenermi essenziale, senza eyeliner in gel, e con un solo kajal e un solo blush, in modo da dare effettivo spazio alla palette in questione, per questo perdonatemi se tutti i make up sono di una semplicità disarmante.

Qui una foto della palette :)

martedì 11 marzo 2014

Disneyland to Foffyland - Grimilde

Finalmente la bruciatura sul faccione si è estinta, così posso ritornare a truccarmi e continuare la rubrica Disneyland to Foffyland in collaborazione con Ariel Make Up (trovate il suo post QUI), cercando di interpretare un personaggio molto crudele.
Grimilde è uno dei cattivi più controversi della Disney, matrigna di Biancaneve.
Fonte

 Grimilde è una Regina fiera, sempre col capo rivolto verso l'alto. Orgogliosa e superba, appare dotata di un potere che va al di là della bellezza.
Lei incute terrore, una forma di soggezione che si palesa dai suoi tratti duri, simili a una scultura perfetta.

lunedì 3 marzo 2014

Tag - Come curo i miei capelli

Mi accingo a fare questo tag (mi dite chi l'ha inventato? Non riesco a trovare la fonte), perché sono stata chiamata in causa da Vanessa di So Fashion, che ringrazio :)
Premetto che io non curo moltissimo i miei capelli, li lascio selvaggi e liberi di crescere, perché mi scoccio non sono in grado di gestirli, qualche consiglio se li avete lunghi come i miei lo potete trovare QUI.

1) Di che colore sono i tuoi capelli?
Castano chiaro freddo.

2) Come sono?
Crespi e mossi (più crespi che mossi), secchi dalla cute alla punte, spessore normale, lunghi fino al popò, con dei ciuffi laterali che non si vedono perché crescono dopo due settimane -__-

3) Quante volte alla settimana li lavi?
Una, di solito il sabato mattina, e nessuno si accorge che sono sporchi (evviva i capelli secchi :D).

4) Fai un impacco pre shampoo?
Prima ero più costante, ma il bradipo che è dentro di me mi impedisce di essere così zelante, quindi quando non mi scoccio utilizzo il burro di karité e sto bene per un mese, è meglio della pietra filosofale.

lunedì 24 febbraio 2014

Non è un Pastello da cinema - Teatro/Crimson (Neve Cosmetics)

Così come per Invidia/Violet, anche il nome di questa matita mi ha molto ispirato, anzi, in verità è stata la prima di cui ho scritto la sua storia.
Difatti ho questo post nelle bozze da un bel po', e visto che non posso ancora truccarmi a causa della bruciatura sul viso, ne approfitto per parlarne.

Amo molto il binomio teatro-rosso e, anche se la storia che ne è venuta fuori ha uno stampo decisamente diverso da quello di Invidia, sono stata guidata da un luogo che sto sperimentando da poco.
Il palcoscenico in qualche modo è un non-luogo.
Dunque cominciamo.

Era la sera che attendeva da mesi ormai.
Le prove erano state ripetute fino allo sfinimento, le parti erano prese, i ruoli assegnati.
Il suo era quello principale, dove tutti i riflettori sostavano. 
La protagonista del musical respirava piano ma profondamente dietro le quinte.
La sua vera scena era l'attimo in cui la voce prendeva la rincorsa inspirata nei suoi polmoni.
Il momento di autenticità in cui tutto scompariva, il buio attanagliava i suoi occhi e la luce illuminava le sue labbra.

lunedì 17 febbraio 2014

Di necessità o virtù, o come sopravvivere alla trousse dimenticata: Lisistrata docet!

Visto che a causa di una bruciatura sul faccione non potrò postare make up per un po', ho pensato di cogliere l'occasione per partecipare al concorso della fantastica Sara di Wannabe Renoir.
Il nostro è un legame arcaico, suggellato dall'affascinante e poco remunerativo mondo antico.
Potete trovare il post di Sara QUI. Ordunque proseguiamo.
Il tema è: Cosa comprare se avete dimenticato la vostra trousse preferita a casa?
Ebbene, ci sono diverse fasi.

1) Disperarsi. Di solito è la fase della non accettazione. Brividi di gelo interiore si alternano a vampate di rabbia.

2) Depressione. E' lo stato vegetativo condotto dallo sfinimento per la prima fase. Si cade nello sconforto al pensiero di poter essere la causa di uno sterminio umano.

3) Catarsi. E' l'elevazione spirituale verso la consapevolezza che non si può incorrere in tale pericolo.

Dopo la terza fase, comincia la reazione costruttiva.